Respirare il romanticismo del Real Sito di San Leucio

Il Real Sito di San Leucio, ideato da Ferdinando di Borbone, è stato comune autonomo fino agli anni ’20 del secolo scorso, oggi è frazione di Caserta. Il Re trasformò l’antica tenuta di caccia dei Conti Acquaviva in una realtà all’avanguardia dal punto di vista politico, sociale e artigianale.

Qui, verso la fine del Settecento, si diede inizio a un’arte ancora oggi tra le più ricercate e raffinate al mondo: la lavorazione della seta. Visitare San Leucio è scoprire la storia della sua seta, i luoghi in cui essa veniva prodotta, conoscere il grande progetto di comunità ideato da Ferdinando e vivere la bellezza di un luogo magico, quasi incantato.

Un borgo situato a pochi passi dal capoluogo di provincia dove si riesce a vivere la tranquillità e l’armonica bellezza di un piccolo centro abitato, una bellezza che nasce non solo dalla sua storia ma anche dal “monumento naturale” che l’abbraccia e lo tiene in alto, come un diamante, a regnare sullo splendido panorama che corre fino al mare.

Se volete trascorrere un momento romantico da Re, venite ad ammirare il tramonto dal Belvedere di San Leucio: osservate il sole mentre si “tuffa” dolcemente nel mare salutando la costa e le isole, lasciando il posto a tante piccole luci che animano la città e la rendono viva e colorata.

Breathe in the romance of the Real Site of San Leucio

Visiting the Royal village of San Leucio means discovering the history of an avant-garde community, born thanks to the will of King Ferdinand of Borbone, who started one of the most elegant and refined art in the world: silk processing.

It means knowing the places where it was produced and experiencing the magic of a magical, almost enchanted place. A village located where you can experience the tranquility and harmonious beauty of a small town. If you also want to spend a romantic moment, like a king, come and admire the sunset from the Belvedere of San Leucio: observe the sun while it gently “plunges” into the sea, greeting the coast and the islands and giving way to many small lights that animate the city and make it alive and colorful.