Ai piedi del Vulcano di Roccamonfina, sorgono molti borghi che hanno caratteristiche uniche tra di loro.
Uno tra questi è Tora e Piccilli, un comune sparso che conta poco meno di 1.000 abitanti e la sede comunale risiede a Tora.
Questo comune ha ricevuto la medaglia d’argento al valore civile, in quanto durante la Seconda Guerra Mondiale, la popolazione di allora diede rifugio ad alcune famiglie ebree, a discapito degli abitanti stessi che subirono razzie e alcuni vennero addirittura deportati in campi di concentramento.
Nell’800 venne alla luce un sito archeologico denominato :”Le Ciampate del Diavolo“; orme di ominide lasciate nella lava dell’ultima eruzione del Vulcano di Roccamonfina.
Tora e Piccilli si conferma un borgo pieno di arte, storia e tradizioni come ogni borgo della Valle del Medio Volturno.