Puoi trovare questo contenuto nella Guida Turistica del Medio Volturno edizione 2016,alla pagina 32

Il comune di Roccaromana, che conta una storia che ricorda gli eventi bellici che videro scontrarsi romani e sanniti, ha perso molto delle caratteristiche di un borgo antico, anche se diversi edifici di grande valore storico sono in buono stato di conservazione. Tra i più importanti ricordiamo Palazzo De Ponte in piazza San Cataldo e la Torre Campanaria, risalente al 1824, situata nel centro storico.

In Via Marconi si trova la piccola e bellissima Cappella del Purgatorio, risalente al XV secolo, al cui interno vi sono preziosi affreschi della Scuola Caiatina rappresentante una Madonna in trono con Bambino.

Sulla collina principale si eleva l’antico Castello longobardo, mentre lungo il pendio sono ancora visibili due Torri dello stesso periodo, raggiungibili sia da Roccaromana che dalla frazione di Statigliano, attraverso dei vecchi sentieri segnalati.

Proprio nella frazione di Statigliano nasce il Cacioforte o, come viene chiamato localmente, Casuforte: si tratta di un formaggio caprino stagionato, prodotto da famiglie del posto che seguono la lavorazione tradizionale, totalmente manuale.

Accanto a questo prelibato prodotto caseario, i legumi rappresentano per Roccaromana i protagonisti assoluti dei piatti tradizionali, tanto da essere le star delle manifestazioni locali organizzate dalle associazioni del posto.

 

 

 

Puoi trovare questo contenuto nella Guida Turistica del Medio Volturno edizione 2016,alla pagina 32