Comune di Castel di Sasso (Ce)

Comune di Castel di Sasso - il borgo di Sasso

Il Borgo di Sasso

Castel di Sasso è un piccolo gioiello custodito tra i rilievi dei Monti Trebulani, un’eccellenza di notevole bellezza paesaggistica, situato alle falde del monte Friento, a circa 400 metri di altitudine.

In un clima di surreale quiete, nonostante solo 18 chilometri lo separino da Caserta, il comune di Castel di Sasso si presenta “sparso” sul territorio, diviso tra borgate e frazioni, privo di un forte centro urbano.

Il nucleo più antico è costituito dal borgo Sasso, un abitato di origine medievale, difeso naturalmente dallo sperone roccioso sul quale sorge, che si affaccia a strapiombo sulla vallata sottostante.

Il piccolo centro si rivela un po’ alla volta ai suoi visitatori: tra stradine e stretti vicoli, il tempo sembra essersi letteralmente fermato.
Si scoprono le strutture del castello, del torrione e della chiesa extra moenia di San Petrus, in epoca normanna, consacrata a San Biagio, patrono della borgata, risalenti al X secolo d.C.

Attraverso un paesaggio vivace, tra rilievi montuosi ricoperti da boschi e valli, si raggiunge il borgo Vallata, che conserva ancora intatti i caratteri tipici del periodo medievale. Qui sopravvivono ancora pregevoli testimonianze architettoniche: la casa a torre “Apisa”, risalente al 1538, e l’ex “casa Simeone”, del 1700.

 

Castel di Sasso e le sue ricchezze

IMG_0061

Castel di Sasso è terra di prodotti di altissima peculiarità.

Qui le viti e gli ulivi, dai quali si ricava il vino DOC Casavecchia e olio extravergine di qualità, hanno trovato il loro territorio ideale.
Unico, nel suo genere, è il “Cacio Conciato”, squisito formaggio di origini antichissime, così denominato per la particolare tecnica di lavaggio e conciatura delle caciotte.

Negli ultimi anni lo sviluppo del turismo ambientale e il rinnovato interesse per le tradizioni hanno rappresentato, per i piccoli centri rurali di Castel di Sasso, una nuova occasione di rinascita.
Di recente è stata condotta un’opera di riqualificazione dei borghi Sasso e Vallata, grazie a interventi coordinati tra Regione e Comune che, hanno portato alla nascita di un centro di formazione artistico-musicale nella casa Apisa e di un museo della Casa Contadina, con spazi destinati all’accoglienza e alla degustazione di prodotti tipici.
E’ stato creato, infine, un parco naturalistico di essenze autoctone (celtis australis e macchia mediterranea) e una cavea naturale in pietra, utilizzata come teatro, per spettacoli all’aperto.

 

Pro Loco “La Castellana”

1911679_544637848974244_2800752339939053114_n

Fiore all’occhiello del comune di Castel di Sasso è la Pro Loco “La Castellana”: un’associazione aperta a tutte le persone che amano il proprio paese, che conoscono il territorio e sono pronti a impegnarsi per valorizzare e offrire all’attenzione di tutti le sue ricchezze e quanto in esso c’è di antico, storico, tradizionale e culturale.

Per raggiungere questi obiettivi, l’associazione propone, nel corso dell’anno, un ricco programma di iniziative.
La Pro Loco organizza, grazie all’aiuto dei volontari del Servizio Civile Nazionale, visite guidate tra le bellezze storiche del borgo e naturalistiche del territorio circostante.

Ogni anno, agli inizi di novembre, si svolge la tradizionale Caccia all’Olio: aperto e adatto e tutti, è un gioco a tappe che prevede la percorrenza dell’intero territorio comunale, con l’intento di promuovere prodotti tipici senza tralasciare però storia, cultura e innovazioni, con visite guidate a caseifici, aziende agricole, frantoi, fattorie didattiche.

Il 10 agosto Sasso si anima con l’evento “Borgo Sotto le Stelle”: manifestazione pensata in occasione della notte di San Lorenzo, per la promozione del caratteristico borgo, della cucina tipica e della tradizione artigianale.

Anche il periodo natalizio è perfetto per visitare questo comune: l’evento “Natale a Vallata” è stato ideato con lo scopo di valorizzare il suggestivo borgo rurale di Vallata.

 

La cascata che non c’è!

Cascata di Castel di Sasso (Ce)

La cascata

Sasso, per la sua favorevole collocazione, presenta suggestive terrazze dalle quali si può ammirare la vasta piana campana, fino alle isole del golfo di Napoli e, sul versante opposto, i magnifici panorami delle colline che cingono i comuni interni.

In particolari periodi dell’anno, quando le piogge sono più copiose, è possibile ammirare una bellissima e “misteriosa” cascata naturale che, precipitando dalla parete rocciosa del borgo, prosegue il suo corso fino a riversarsi nel fiume Volturno.
A volte, la bellissima, si lascia ammirare solo per qualche giorno.. per poi ripresentarsi “alla prima occasione”.