a cura di Sisto Bucci

Dove nascono grandi eccellenze agroalimentari

In una terra molto fertile e ricca come quella del Medio Volturno è naturale osservare paesaggi costellati di floridi orti, numerose piantagioni, frutteti, vigneti e uliveti che, oggi, sono alla base dell’economia di numerose famiglie dedite alla produzione di grandi eccellenze agroalimentari. Molte di queste attività nascono come un atto d’amore verso la propria terra e le tradizioni nostrane, ereditate e accolte con grande entusiasmo anche dalle nuove generazioni che si mostrano sempre più sensibili e attenti alla conservazione delle produzioni antiche e alla salvaguardia della biodiversità.

Accanto a questi giovani imprenditori, sul territorio ci sono ancora molte famiglie che hanno la grande fortuna di custodire viva l’immagine dei propri genitori e nonni impegnati nella cura quotidiana del proprio orto (al tempo importante e spesso unica fonte di sostentamento) e, sulla scia emotiva di questi ricordi, si dedicano personalmente alla coltivazione di qualche piantina sia per gustare con soddisfazione un prodotto fresco e genuino, ottenuto con le proprie mani, sia perché questa scelta rappresenta oggi una fonte di risparmio economico. Per tutti questi motivi, negli ultimi tempi, sempre più persone si rivolgono a esperti e appassionati ortovivaisti, grazie ai quali possono reperire fa cil – mente quanto serve a soddisfare que sta loro esigenza, a partire dalle piantine.
È proprio questa la motivazione che ha spinto Giovanni Cassella e sua moglie Concetta Martino a dare vita, più di trent’anni fa, all’azienda Ortoflora Caiatina (poi cambiata in Ortovivaistica Cassella) divenuta famosa in tutto il territorio. Giovanni, grande esperto del settore, testa le orticole da proporre successivamente ai clienti e seleziona i semi che vengono poi sistemati negli appositi contenitori, detti “seminiere”, per poi vedere la nascita delle piantine da trapiantare.  Un tempo l’azienda destinava diversi ettari di terreno alla coltivazione di pomodori che venivano consegnati alla grande distribuzione; oggi, invece, è specializzata nella produzione di una gran varietà di piantine da mettere a dimora, tra cui datterini e pomodorini rossi e gialli e del “piennolo”.

A rendere ricercata l’azienda Cassella ci sono prodotti come il “pomodoro nero”, dal caratteristico colore rosso scuro e il gusto molto sapido; rispetto ai comuni pomodori contiene una maggiore quantità di licopene, un potente antiossidante utile per combattere il colesterolo e l’ipertensione, le malattie cardiovascolari e l’invecchiamento cellulare… insomma una vera fonte di giovinezza. Altre piantine disponibili, difficilmente reperibili sul territorio, sono il peperone cornetto “Beneventano”, il pomodoro giallo invernale, la cipolla alifana e la zucca gialla da fiore, detta anche “zucca per i maiali”, anticamente coltivata proprio per sfamare i suini. La famiglia Cassella, inoltre, è tra i pochi vivaisti in Italia a selezionare semi di piantine di asparago selvatico da rendere disponibili a tutti gli estimatori, che possono così soddisfare il piacere di gustare un prodotto “selvatico” coltivato nel proprio giardino.

È sempre Giovanni a scegliere personalmente le “marze” (rametti giovani) dalle piante secolari di ulivi di varietà Caiazzana, presenti nei comuni di Caiazzo e Piana di Monte Verna (per affidarli poi ai vivaisti specializzati nell’innesto), originaria e autoctona proprio delle colline caiatine, che si distingue dalle altre varietà molto comuni in questo territorio; un ottimo modo per tutelare e tramandare questa pregiata cultivar.  A ereditare tutto questo sapere c’è il giovane Salvatore, entusiasta e zelante “contadino moderno”, che manifesta la sua passione per questo lavoro anche attraverso i suoi hobby, uno dei quali lo porta a guardare perfino oltre i confini nazionali: la coltivazione di ortaggi “giganti”. Per praticare questo hobby ha creato, nella sua tenuta, un angolo dedicato alla coltivazione di zucche, pomodori e girasoli giganti con i quali partecipa a gare e manifestazioni locali e nazionali, ottenendo importanti riconoscimenti.

Ad accrescere e sostenere la passione della famiglia Cassella c’è la volontà di ricercare sempre le migliori risorse presenti sul mercato e mantenersi aggiornati sulle nuove tecniche di selezione e coltivazione di semi e piante per essere, al tempo stesso, strumento di crescita per il territorio. A riprova di quanto detto in molte occasioni, l’esempio dei Cassella evidenzia ancor di più la particolare vocazione agricola del Medio Volturno.