Riardo

La fama di Riardo è fortemente legata alla presenza di sorgenti di un’acqua minerale molto famosa e le sua storia antica, come testimonia la presenza del suo magnifico castello.
Il castello di Riardo sorge sulla sommità di una collina che, ad ovest, si affaccia sulla piana del Savone, un lungo torrente che nasce a Roccamonfina e raggiunge la costa sfociando nel Tirreno.
Le sue origini risalgono probabilmente alla seconda metà del IX secolo, quando fu costruita una primitiva fortezza per volontà della famiglia Castaldei, dinastia di origine longobarda.
L’edificio fu poi ampliato al tempo della dominazione normanna, nel corso del XI secolo.
Il periodo di dominazione angioina ha lasciato le sue impronte nella zoccolatura a “zampa d’elefante” e nella particolare merlatura delle torri e delle mura, elementi di chiara funzione difensiva, ed è proprio in questo periodo che il castello prende l’aspetto che conosciamo oggi.
Il palazzo si sviluppava su ben quattro livelli: un seminterrato, un piano terra e due piani superiori.

Se hai perso la tappa precedente clicca qui, se invece vuoi continuare il nostro viaggio clicca qui.